15 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 22:57
SPORT
Il Napoli vola all'assalto della Juve. Arbitra Banti di Livorno
28 Settembre 2018 18:27 —

Il Napoli è partito alla volta di Torino dopo il ritrovo fuori lo stadio San Paolo, per ricevere la giusta carica dal caloroso pubblico; decine di centinaia i tifosi che hanno salutato la squadra partita – ad una settimana di distanza – per la seconda volta alla volta del Piemonte; stavolta ci sarà da affrontare la Juventus, la squadra Campione d’Italia che può contare su Cristiano Ronaldo. Servirà, quindi, la partita perfetta, ma la concentrazione è giusta, come si è potuto notare nei volti dei calciatori anche nell’allenamento di stamane, l’ultimo a Castel Volturno.

La squadra ha svolto attivazione e torello in avvio, poi lavoro atletico con l'ausilio di ostacoli bassi ed allenamento tecnico tattico e partitina a campo ridotto. Al termine della sessione, diramata la lista dei convocati, senza alcuna sorpresa. Tutti partiti alla volta di Torino eccetto i lungodegenti Meret, Ghoulam e Younes, rimasti a Napoli a lavorare secondo le tabelle personalizzate.

Ecco la lista: Ospina, Karnezis, D'Andrea, Albiol, Maksimovic, Koulibaly, Luperto, Malcuit, Mario Rui, Hysaj, Fabian Ruiz, Rog, Allan, Diawara, Zielinski, Hamsik, Verdi, Mertens, Callejon, Milik, Insigne, Ounas.

L’AIA, invece, ha provveduto a diramare la designazione arbitrale; dirigerà l’incontro Banti di Livorno coadiuvato dagli Assistenti Manganelli-Vuoto. IV: Di Bello. VAR: Fabbri-Giallatini.

Sarà sicuramente un test probante per i partenopei, in vista anche della sfida di Champions League contro il Liverpool. Proprio in virtù di questi due impegni così ravvicinati ed importanti che Ancelotti ha adottato un turn over così massiccio nelle scorse partite lasciandosi qualche dubbio per domani. Una cosa è certa; non si firma per il pari, come ammesso dallo stesso tecnico in conferenza stampa, uno che in carriera ne ha viste tante.

Non sono mancate anche le parole del Presidente De Laurentiis, rilasciate all’Ansa a margine di una riunione per il San paolo in vista delle Universiadi.

"Sono scaramantico, non parlo della Juve. Dico solo andiamo lì tranquilli, sereni, ed esprimiamo il nostro calcio intelligente. Mi aspetto una partita ben giocata da entrambe le squadre e vinca il migliore. Dite che la formazione è un rebus? E meno male altrimenti Malcuit quando lo avreste potuto valutare? Mai. Avete visto che furia l'altro giorno? Anche se opposto a una compagine di poca forza, ha dimostrato di essere valido. Ma lo stesso vale per Zielinski e Fabian Ruiz, tutti giocatori che stiamo sperimentando e che stanno dando risposte importanti. C'è una gestione diversa della rosa? Diciamo che c'è una gestione della rosa come deve essere", le sue parole, in aperta polemica con Sarri.

Il passato, però, è per gli archivi; è già tempo di pensare a domani, al futuro, a quel Juventus-Napoli che, proprio con Sarri in panchina, finì in trionfo per gli azzurri nella scorsa stagione. Ora, però, la pagina è stata girata; c’è da scrivere una nuova storia.

Giovanni Spinazzola

28 Settembre 2018 18:27 - Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2018 18:27
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi