11 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 20:52
SPORT
Napoli-Frosinone: "Cazzimma e cinismo, nessun errore e non pensare al Liverpool". Esordio di Meret tra i pali
07 Dicembre 2018 18:29 —

Il Napoli sarà di scena al San Paolo nel sabato dell’Immacolata, con il Frosinone avversario di una gara che, se presa sottogamba, può diventare complicata ed ingarbugliata, proprio sulla stessa falsariga di quanto accaduto contro il Chievo Verona. L’obiettivo è vincere, perché è fondamentale conquistare i tre punti nella giornata in cui Juventus ed Inter – la prima e la terza - si scontrano sfruttando un calendario leggermente più semplice ed agevole. I partenopei non dovranno commettere l’errore di pensare già alla sfida di martedì contro il Liverpool, una sfida decisiva per il cammino in Champions League ma in secondo piano al momento. La squadra deve essere concentrata sui ciociari, avversario immediato senza sprecare energie mentali e nervose per gli inglesi. Solo a partire da domani pomeriggio sarà tempo di riversare tutta l’attenzione alla Champions League. Sulla carta, quella contro il Frosinone, dovrebbe essere una sfida facile, ma i laziali hanno bisogno di punti ed è facilmente prevedibile come arriveranno al San Paolo con un atteggiamento difensivo per poi puntare sul contropiede. La squadra di Ancelotti, quindi, dovrà mostrare di aver appreso la lezione e sfruttare tutte le occasioni che verranno in partita, mettendo in campo “cazzimma” e cinismo fin qui dosate molto poco. Insigne e compagni saranno, poi, spinti da una buona cornice di pubblico, con la prevendita che potrebbe decollare soprattutto in caso di pareggio o sconfitta da parte della Juve nei confronti dell’Inter. Ancelotti deve rinunciare ad Albiol, nemmeno convocato per una botta alla tibia, oltre ai lungodegenti Chiriches e Verdi, a disposizione nel 2019. Convocati Ghoulam e Younes che dovrebbero partire dalla panchina e, se dovesse mettersi in discesa la gara, giocare qualche minuto. Sarà l’esordio, invece, per Meret tra i pali, alla prima ufficiale con la maglia azzurra. Sarà turn over sostenuto, con Maksimovic o Luperto accanto a Koulibaly e Malcuit-Hysaj sulle fasce. In mediana, invece, Callejon intoccabile, con Diawara, Rog e Zielinski a completare il reparto. In attacco Milik preferito a Mertens accanto ad Insigne.

Paganini, Dionisi, Hallfredsson, Gori e Dionisi gli indisponibili per Moreno Longo che punta sul 3-5-2 con Daniel Ciofani e Campbell in attacco; Zampano e Beghetto esterni a tutta fascia con Chibsah, Maiello e Cassata al centro. In difesa Goldaniga, Ariaudo e Capuano davanti a Sportiello.

Probabili formazioni

Napoli (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Rog, Diawara, Zielinski; Milik, Insigne. Allenatore: Ancelotti

Frosinone (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano; Zampano, Chibsah, Maiello, Cassata, Beghetto; D. Ciofani, Campbell. Allenatore: Longo

Giovanni Spinazzola

07 Dicembre 2018 18:29 - Ultimo aggiornamento: 07 Dicembre 2018 18:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi