14 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 19:49
SALUTE
Napoli: Al Cardarelli nuovi sistemi informatici per le prenotazioni
24 Luglio 2019 16:23 — Anna Iervolino: «Un grande passo in avanti in favore dei nostri utenti. Continua il nostro sforzo verso una sanità d’eccellenza».

Più vicini alle esigenze dei pazienti. Dopo un’attenta fase di ascolto delle segnalazioni da parte dell’utenza, il Commissario Straordinario Anna Iervolino ha dato impulso ad una nuova fase di miglioramento del servizio di prenotazione per esami e visite nella più grande Azienda Sanitaria del Mezzogiorno. “Prende servizio” dalla prossima settimana il nuovo sistema informatico di prenotazione messo a punto da Fastweb, che consente agli utenti del Cardarelli di non perdere la priorità acquisita quando le linee telefoniche sono impegnate. Un sistema di “accolta chiamate” che è stato preceduto da una riorganizzazione del servizio, con una redistribuzione degli operatori telefonici volta a potenziare nelle ore mattutine (quelle di maggiore richiesta) la capacità di risposta. Il tutto senza costi aggiuntivi e senza ricorso allo straordinario. I prossimi mesi saranno importanti per monitorare la funzionalità del nuovo sistema attraverso reportistiche a disposizione del management aziendale che potrà testare l’organizzazione oggi affidata al dottor Fabio Perfetti (responsabile delle liste di attesa). «Ogni azione, ogni passo in avanti – spiega il Commissario Straordinario Anna Iervolino – deve mettere al centro il paziente/utente. Questo è ciò che ci chiede il presidente Vincenzo De Luca, questa è la mia  visione per il Cardarelli. In questo senso si muove, in fatto di prenotazioni di visite ed esami, la scelta di potenziare il servizio interno, aderire con un protocollo d’intesa alla rete delle farmacie di Federfarma e il sistema di prenotazione “E-cupt” che in pochissimo tempo ha generato 1.656 impegnative per un totale di 2.304 prestazioni. Tutti sistemi che sono collegati alle prenotazioni dematerializzate che alimentano automaticamente i flussi informativi del NSIS del Ministero. Lavoriamo, e ascoltiamo l’utenza, per garantire salute».
 

24 Luglio 2019 16:23 - Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2019 16:23
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi