26 Giugno 2022 - Aggiornato alle 03:21
POLITICA
Napoli: Al Sakura l'assemblea dei laboratoristi della Campania. Parola d'ordine "scongiurare chiusura e 1.200 licenziamenti"
22 Giugno 2022 23:14 — Presente il Sen.Vincenzo Carbone di IV e Antonella Ciaramella già parlamentare regionale PD.

“Dignità” e “rialzare la testa”, questi i termini più ricorrenti che hanno fatto da fil rouge all’assemblea dei lavoratori e titolari di 191 laboratori di analisi a rischio chiusura. Si è tenuta all’Hotel Sakura di Torre del Greco, in una sala gremita e traboccante di passione, con i lavoratori presenti – ma anche aziende fornitrici e loro dipendenti - attivi e molto attenti alle parole dei relatori.

D’altronde in bilico vi sono oltre 1000 posti di lavoro, non da poco, ed intervenire è una priorità assoluta. Concorde la classe politica presente, a partire dalla già consigliere regionale PD Antonella Ciaramella che ai nostri microfoni ha confessato tutto il suo impegno e la dedizione alla causa. Ci ha messo la faccia, cosa decisamente rara di questi tempi nel nostro Paese, spiegando come l’impegno del Presidente della Regione Vincenzo De Luca sulla questione sia davvero senza sosta.

D’altronde vi abbiamo già raccontato sulle nostre pagine come il numero uno di Palazzo Santa Lucia sia orientato a valutare una proposta che preveda una forma di aggregazione in grado di garantire la libertà organizzativa dei laboratori che fanno rete ed in grado di determinare la permanenza di tutte le fasi analitiche.

Andrea Iuliano ed Alfonso Postiglione, rispettivamente biologo e laboratorista, hanno arringato la sala, invocando finanche un impegno delle istituzioni. Ed in sala ha fatto capolino anche il senatore Vincenzo Carbone, in quota Italia Viva, e vicepresidente dell'11ª Commissione permanente del Senato. Un partito che, peraltro, ha in Enzo Alaia il Presidente della Commissione Sanità della Regione Campania.

Carbone, si è presentato all’Assemblea da politico, certo, ma anche e soprattutto da laboratorista. Ha naturalmente analizzato il problema “dall’interno”, da “addetto ai lavori”, ed ha creato così un’alchimia con l’intera platea presente al “Sakura” immedesimandosi nelle loro difficoltà.

Ha annunciato come si sia già mosso secondo le sue possibilità, svelando di un incontro in programma con il Ministro della Salute, Roberto Speranza, confermato peraltro anche ai nostri microfoni. Un modo per “accendere la luce anche a Roma” di un problema che riguarda la Campania e sul quale le altre Regioni si sono mosse in autonomia. Purché se ne parli, verrebbe da dire, perché tenere alta l’attenzione è certamente la priorità in questo momento, almeno finché la situazione non si risolverà con un esito positivo.

Noi de “I Fatti di Napoli”, non “molleremo l’osso”, e chissà se soluzione arriverà da Palazzo Santa Lucia o direttamente dal Ministero.

Giovanni Spinazzola

22 Giugno 2022 23:14 - Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2022 23:14
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi