18 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 14:44
CRONACA
Napoli: Arenella, impone a nome del clan il pizzo ad un cantiere. Imprenditore lo denuncia e i Carabinieri lo arrestano
29 Settembre 2017 09:56 —

I Carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia stella hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare per tentate estorsioni e per estorsione aggravate da finalità mafiose emessa dal GIP di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea a carico di M.F., un 45enne di Poggioreale già noto alle forze dell'ordine, anche per reati specifici. Negli ultimi tre mesi, sicuro che nessuno lo avrebbe denunciato, si era presentato a volto scoperto e alla guida del suo scooter per ben tre volte in un cantiere per la ristrutturazione e manutenzione di un condominio del quartiere Arenella. Le prime due volte gli era andata male: il titolare non era presente. La terza volta, invece, aveva trovato il professionista e lo aveva costretto a consegnare 100 euro per alcune magliette di scarsa fattura e qualità e di taglia spropositata in relazione alla corporatura degli operai, acquisto che aveva imposto al malcapitato presentandosi come emissario del clan operante sulla zona. I carabinieri lo hanno localizzato a Scampia e dopo averlo tratto in arresto lo hanno tradotto nel centro penitenziario di Secondigliano. I Carabinieri hanno diffuso la foto segnaletica dell’arrestato perché si ritiene possa aver commesso reati dello stesso genere.

29 Settembre 2017 09:56 - Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2017 09:56
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi