24 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 04:15
CRONACA
Napoli: Liceo Umberto, LEGA "Flash mob simbolico per il rispetto delle regole vigenti in materia scolastica"
22 Gennaio 2019 20:46 — Simona Sapignoli, Coordinatrice Lega Napoli: ”Flash mob liceo Umberto, la Lega si fa garante del rispetto della figura del genitore come primo educatore”.

Con un flash mob simbolico, tenuto oggi da alcuni rappresentanti della Lega Salvini sotto il liceo Umberto I di Napoli, si è voluta esprimere una posizione contraria alla presentazione nella suddetta scuola e durante l’orario curricolare, di un libro sull’identità di genere. Si precisa tuttavia che questa visione da non confondere con sessismo od omofobia, rappresenta solo una dovuta forma di controllo sul rispetto delle regole vigenti in materia scolastica che in relazione alle lamentele di numerosi genitori, sembrerebbero non essere state assolte. “Dal momento che esiste una circolare del MIUR che sancisce le modalità con cui “temi eticamente sensibili” quali sessualità ed affettività, debbano essere trattati,  - spiegano il Dr. Paolo Santanelli e l’avv. Simona Sapignoli, nelle qualità rispettivamente di coordinatore della Municipalità 1 e di coordinatore cittadino della Lega Salvini Napoli -  abbiamo ritenuto opportuno inoltrare per mail-pec, richiesta formale sul corretto espletamento di queste modalità. Non avendo il Dirigente Scolastico Prof. Carlo Antonelli, ritenuto opportuno rispondere, contravvenendo così anche alla normativa sulla trasparenza che regolamenta la pubblica amministrazione, farà ovviamente seguito una richiesta di accesso agli atti amministrativi perché la scuola a norma dell’art. 30 della Costituzione, deve sempre garantire il diritto dei genitori di supervisionare l’educazione dei propri figli e di farlo in via prioritaria rispetto a qualsiasi altra realtà, scuola compresa, come sancito anche dall’art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani”, spiegano i due dirigenti della Lega.

22 Gennaio 2019 20:46 - Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2019 20:46
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi