22 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 00:30
SPORT
Napoli: Llorente, "è stata solo una partita sfortunata"
27 Settembre 2019 21:28 —

Archiviata ed assorbita la sconfitta con il Cagliari e deciso a riscattarsi già domenica, il Napoli si è allenato oggi al centro sportivo di Castel Volturno, con sessione sul campo 1. Dopo il riscaldamento a secco, prima fase dedicata ad esercizi tecnici, poi seduta tattica e chiusura con partitina a campo largo. Maksimovic ha fatto terapie e lavoro personalizzato in palestra ed è ancora in dubbio per domenica, con Luperto pronto a sostituirlo. Tonelli ha svolto parte della seduta in gruppo per poi proseguire con il programma personalizzato. Gradita sorpresa per il gruppo azzurro, prima della sessione. Al centro sportivo, infatti, si è presentato Rudy Krol, storico libero del Napoli degli Anni 80. Krol ha salutato il tecnico e la squadra dando il suo in bocca al lupo al gruppo. Prima di lasciare il Centro Tecnico, Krol ha ricevuto dalle mani del Vice Presidente Edoardo De Laurentiis la maglia personalizzata con il numero 5, quello che ha caratterizzato le sue splendide stagioni in azzurro.

Fernando Llorente, intanto, ha parlato ai microfoni della radio ufficiale azzurra.

"È stata solo una partita sfortunata, siamo convinti della nostra forza. Contro il Cagliari abbiamo trovato una gara stregata, abbiamo avuto tantissime opportunità per segnare ma non siamo stati fortunati. È stato un colpo duro per la delusione, ma siamo pronti a ripartire con la stessa determinazione perché siamo consapevoli della nostra forza".

"Questo è un gruppo solido che ha tanta qualità. Siamo certi di poter competere per il vertice e cercheremo subito di riprendere la strada sin da domenica".

C'era fallo su di te prima del gol del Cagliari?

"Quello che posso dire è che mi hanno rotto la maglietta. Se non è fallo quello. Io non sono uno che cade se prende botte e non mi arrendo mai. Se sono andato giù significa che c'è un motivo. Ripeto: la maglia era rotta".

Con il Brescia subito una prova d'appello.

"Sarà una gara difficile. Dobbiamo imparare dal match di mercoledì che ogni avversaria può essere un osso duro. Dobbiamo dare il massimo per vincere e per divertire i tifosi".

A Napoli sei già entrato nel cuore della gente.

"Per me è stato amore a prima vista con la città e con i tifosi. Ricordo la serata splendida contro il Liverpool e il mio primo gol. Nonostante abbia tanti anni di carriera ho provato una emozione unica".

In Champions che obiettivo avete?

"Innanzitutto passare il turno perché ci crediamo e siamo partiti benissimo. Poi si vedrà. Certamente questa è una squadra che può arrivare lontano anche in Europa".

Per lo scudetto sarà lotta a tre?

"Ora non si può ancora dire ma certamente Juventus e Inter sono tra le favorite. Noi dobbiamo pensare a risalire subito cercando il massimo nelle prossime gare. Ci siamo anche noi per il titolo e lo dimostreremo".

Cosa ti senti di dire ai tifosi?

"Dico che darò il massimo per questa maglia. Il mio apporto sarà totale e voglio segnare tanto ma anche contribuire al bene della squadra. Il mister sa che può contare su di me. Vincere a Napoli sarebbe favoloso. Il calore di questa città è unico e straordinario".

Giovanni Spinazzola

27 Settembre 2019 21:28 - Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2019 21:28
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi