29 Novembre 2021 - Aggiornato alle 12:28
CRONACA
Napoli: Movida impazzita al centro storico, auto parcheggiate nell’area pedonale di Port’Alba con la complicità dei parcheggiatori abusivi
06 Novembre 2021 13:41 — Borrelli (Europa Verde): "Istituire task force per far tornare la legalità e il rispetto delle regole nelle notti napoletane".

"Port'Alba, un monumento storico in cui vige l'area pedonale,  si trasforma in parcheggio a cielo aperto, il tutto gestito da una fitta rete di parcheggiatori abusivi che di fatto ha il completo controllo della zona, criminali che non esitano a mostrare la loro violenza e brutalità quando qualcuno si rifiuta di pagare a loro la tangente per la "sosta".

La movida di Napoli non è solo alcol e violenza, ma anche totale indifferenza verso le minime norme di buon senso e le regole basilari del vivere civile. Ogni sera, oltre a risse, minorenni ubriachi, scorribande fino a notte tarda, c'è il grave problema del parcheggio abusivo e illegale. Basta passeggiare per le vie del centro per rendersi conto dello scempio che viene compiuto ogni sera. Questa situazione è ormai insostenibile, i residenti del centro sono esasperati e disperati. E' arrivato il momento di istituire  una task force congiunta delle Forze dell'Ordine per controllare la movida, è ora di eradicare questi comportamenti criminali e violenti dalle notti della nostra città. Il controllo costante è diventato necessario, oltre ad una nuova regolamentazione dei locali che il Comune deve rendere operativa al più presto, Napoli non può più aspettare". Queste le parole di Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale di Europa Verde che ha ricevuta numerose segnalazioni sulla sosta selvaggia a Port’Alba.

06 Novembre 2021 13:41 - Ultimo aggiornamento: 06 Novembre 2021 13:41
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi