29 Gennaio 2023 - Aggiornato alle 10:52
SALUTE

Napoli: Ricerca, a Pimonte la 4° edizione del Premio Carla Russo che premia i giovani impegnati nella lotta ai gliomi e glioblastomi

07 Dicembre 2022 18:07 —

Ricercatori di fama internazionale e giovani emergenti si riuniranno a Pimonte il 10 e 11 dicembre per il Premio Carla Russo. Il riconoscimento, fortemente voluto dalla famiglia Palummo, è giunto alla sua quarta edizione. Antonio, Carmela e Michele, rispettivamente figli e marito della signora Carla Russo, da 4 anni stanno portando avanti un’importante battaglia a favore della ricerca per donare speranza alle tante persone affette da questa malattia, con l’obiettivo di creare un centro di ricerca specializzato in Campania, regione ad oggi sprovvista di una struttura simile. Il programma dell’evento prevede una tavola rotonda scientifica, sabato 10 dicembre dalle ore 17,30, dal titolo “Per un futuro migliore, mettiamo in rete buona politica, scienza e solidarietà”, al quale parteciperanno politici, amministratori e dirigenti apicali della neuro-oncologia campana, oltre al comitato scientifico del Premio, composto da scienziati di fama mondiale. La mattina successiva, domenica 11 dicembre, dalle ore 10, avrà luogo la premiazione ufficiale dei lavori valutati dalla commissione scientifica. Saranno 9 i giovani a ricevere il riconoscimento.

“Abbiamo deciso di dedicare la 4° edizione del premio in memoria di nostra madre al tema della luce – hanno dichiarato Antonio e Carmela Palummo, fondatori dell’Associazione – La luce della scienza che illumina la mente di tanti ricercatori che nel mondo stanno studiando con competenza e passione soluzioni terapeutiche per combattere il glioblastoma, rendendo ancora più viva la luce della speranza nel cuore di tanti pazienti affetti da questa terribile malattia e delle tante persone che, come noi, dopo aver subito un così atroce dolore hanno fatto della lotta a questo terribile mostro una delle ragioni di vita”. Hanno concluso i fratelli Palummo.

Luigi Mansi, coordinatore scientifico del Premio Carla Russo, ha invece delineato gli obiettivi che l’associazione si pone: “Il nostro scopo è quello di creare un network del bene, che metta insieme le azioni positive di quanti condividono speranze e passioni nella lotta ai tumori cerebrali, in grado di unire scienza, solidarietà, buona politica, ricercatori giovani e scienziati esperti. Nel 2019 lanciammo un seme in un campo martoriato dal dolore, che oggi comincia a maturare i primi frutti di livello internazionale”.

Parteciperanno al convegno:

Gennaro Oliviero, presidente Consiglio Regionale della Campania, Aldo Patriciello, eurodeputato; Tommaso Pellegrino, consigliere Regione Campania; Giuseppe Tito, consigliere Città Metropolitana di Napoli e sindaco di Meta; Francesco Somma, sindaco di Pimonte; Paolo Cappabianca, Università Federico II; Lorenzo Chiariotti, Università Federico II, Napoli;  Marialaura Del Basso De Caro, Università Federico II; Massimo Di Maio, Università di Torino; Gaetano Finocchiaro, IRCCS Ospedale San Raffaele; Luigi Mansi, Centro Interuniversitario di Ricerca per la Sostenibilità; Giuseppe Minniti, Università di Siena e University of Pittsburgh; Marc Sanson, Università Sorbonne di Parigi; Fabrizio Tagliavini, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta; Roberta Rudà, Università di Torino; Giuseppe Russo, direttore generale Asl Napoli 3 Sud; Elvira Bianco, direttore sanitario Asl Napoli 3 Sud; Maurizio Di Mauro; direttore sanitario IRCCS Fondazione Pascale.

07 Dicembre 2022 18:07 - Ultimo aggiornamento: 07 Dicembre 2022 18:07
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi