18 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 22:01
SPORT
Napoli: Virata su Meret. Angel Di Maria o Federico Chiesa. Uno dei due sbarcherà a Castel Volturno?
22 Giugno 2018 17:36 — Per il gigliato offerti 55 milioni più Lorenzo Tonelli ed Adam Ounas per un totale di 75 milioni di euro.

Il mercato è in continuo divenire e quel che vale ora, tra cinque minuti è già notizia da buttare nel cestino. L’avevamo detto ieri, con tanto di avvertimento; il Napoli è vicino, vicinissimo ad Areola ma occhio ad Alex Meret. Ed infatti, oggi, siamo costretti a rettificare. I partenopei hanno subìto il controsorpasso da parte della Roma e, senza nemmeno strapparsi troppo i capelli da testa, De Laurentiis ha riannodato i fili con l’Udinese per il classe ’97, scongelando l’operazione. È lui la priorità, con buona pace di Carlo Ancelotti che avrebbe preferito il francese di origini filippine; troppi i 35 milioni chiesti dal PSG per un portiere di livello medio, non un fenomeno, e dal contratto in scadenza nel 2019. Meglio virare altrove, su un giovane ragazzone italiano, 21enne e futuro della nostra nazionale. I rapporti tra i due club sono ottimi; Napoli ed Udinese hanno un’asse caldo, bollente e la connessione va in 5g tra le due società. Una bozza di accordo c’è già; stiamo parlando di 25 milioni di euro più bonus con le parti al lavoro per strappare qualche milione in più, per limare qualche dettaglio e, soprattutto, per inserire nella trattativa Orestis Karnezis, portiere greco già seguito la scorsa stagione e reduce dall’esperienza al Watford. Sarà lui, nelle intenzioni della dirigenza azzurra, il vice di Meret; una sorta di due al prezzo di uno.

Risolta la situazione relativa al portiere, i partenopei – preso virtualmente Fabian Ruiz e ceduto Jorginho nell’attesa dell’offerta proveniente dalla Cina per Marek Hamsik – completeranno la rosa, provando a portare un top all’ombra del Vesuvio. Due i nomi, entrambi di rilievo e per le corsie esterne; stiamo parlando di Angel Di Maria e Federico Chiesa. È chiaro come solo uno dei due sbarcherà a Castel Volturno. L’argentino è il pupillo di Carlo Ancelotti; sull’operazione sta lavorando in prima persona il tecnico. Come più volte vi abbiamo raccontato, El Fideo ha il contratto in scadenza nel 2019 e gioca poco a Parigi; vorrebbe una nuova esperienza e l’Italia sarebbe il campionato ideale per lui, l’unico mancante nel suo curriculum. Operazione da circa 40 milioni di euro per il cartellino, con il lauto ingaggio da spalmare in più annualità. L’alternativa è decisamente di lusso e più prospettica; stiamo parlando di Federico Chiesa, vero pupillo presidenziale. Sul giocatore della Fiorentina c’è il placet di Ancelotti; un altro italiano, quindi, da inserire nella rosa azzurra dopo Verdi e Meret, per un aiuto sempre più concreto a Mancini, CT dell’Italia. È una trattativa molto complessa; anche qui – come per l’Udinese – Della Valle e De Laurentiis sono legati da amicizia e rispetto reciproco. Il vero problema è la volontà dei viola di non cedere il ragazzo, valutato 80 milioni. Se decidesse, la Fiorentina, di dar via l’esterno, allora il Napoli sarebbe il primo club ad essere informato, con ADL a quel punto pronto a svenarsi per il classe ’97 (toh, stessa annata di Meret). Intanto, giusto per ingolosire i gigliati, è già arrivato il rilancio: 55 milioni più Lorenzo Tonelli ed Adam Ounas per un totale di 75 milioni. Basterà? Probabilmente no, ma la volontà è ben chiara. De Laurentiis vuole costruire un Napoli sempre più giovane e, soprattutto, sempre più forte.

Giovanni Spinazzola

22 Giugno 2018 17:36 - Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2018 17:36
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi