16 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 09:28
SPORT
Stella Rossa-Napoli: Koulibaly, "Vogliamo disputare una grande Champions"
18 Settembre 2018 11:04 —

Nella conferenza stampa di presentazione di Stella Rossa-Napoli, accanto a Carlo Ancelotti si è seduto Kalidou Koulibaly, uno degli alfieri degli azzurri. Ecco le sue parole.

"Abbiamo tanta carica dentro di noi perché quest'anno vogliamo disputare una grande Champions a partire da domani. L’anno scorso abbiamo fatto male in trasferta perdendo le tre gare. Quest’anno faremo di tutto per ottenere la qualificazione e soprattutto cercheremo di cominciare bene nella prima gara. Sappiamo che affronteremo una squadra agguerrita in uno stadio caldissimo, ma sappiamo anche che abbiamo la possibilità di fare risultato. Siamo in un Girone molto difficile, non c’è solo PSG e Liverpool ma anche la Stella Rossa che ritengo un avversario difficile. Però noi vogliamo dire la nostra, il primo obiettivo adesso è quello di superare la fase a gironi. Sarà difficile ma possiamo farcela. Abbiamo tanta fiducia nei nostri mezzi e nel lavoro che stiamo svolgendo con Ancelotti. Siamo sulla strada giusta, abbiamo ancora tanto da migliorare, ma domani già dovremo essere all’altezza di una competizione così importante. Siamo pronti a tutto per puntare al successo domani. Nel gruppo c'è tanta voglia di rivalsa dopo lo scorso anno e già da domani saremo carichi per dare tutto per questa maglia”.

Parola, poi, a Carlo Ancelotti

“Ho giocato due volte sul campo di Belgrado sia da calciatore che da allenatore e tutt’e due volte è andata bene. Speriamo che non ci sia due senza tre, però a parte questo sappiamo che affronteremo una squadra solida su un campo caldissimo. Credo che in tutta Europa sappiano quanto sia difficile giocare sul campo di Belgrado, abbiamo grande rispetto nel valore della Stella Rossa. Dobbiamo lottare e soffrire, abbiamo un girone difficilissimo, ma siamo anche eccitati e motivatissimi a giocare contro avversari così prestigiosi. Ciò che mi preme è che la squadra non senta troppo la tensione o la preoccupazione. La Champions è una manifestazione che non ti permette di pensare troppo in là. Bisogna concentrarsi sulla prima gara e poi vedremo. Io sono convinto che questa squadra è competitiva anche in Coppa dei Campioni. In questo momento prevale la voglia di iniziare bene una competizione molto affascinante. Partire bene sarebbe importante anche per il morale, proveremo ad imporre il nostro gioco sin da domani. La Champions è una competizione che sente molto non solo la squadra ma anche la città di Napoli e noi faremo di tutto per dare una gioia ai nostri tifosi. Anche il Presidente è con noi per far sentire la sua carica. Probabilmente non abbiamo l’esperienza di altre squadre più titolate ma certamente c’è l’entusiasmo da parte di un gruppo giovane a mettersi in evidenza. La Champions è una competizione al quale teniamo tutti tantissimo. I cambiamenti tattici rispetto al passato? Continuo a ripetere che questa squadra ha un patrimonio costruito negli ultimi tre anni che deve conservare e non mi passa neppure per la testa di destrutturare. Io voglio solo dare più opportunità tattiche ai calciatori. Non voglio che la squadra abbia una sola identità, ma molteplici identità. Se cambierò ancora dopo la Fiorentina? Non ho ancora deciso la formazione, devo valutare bene l’ultimo allenamento. Abbiamo bisogno di una squadra fresca perché credo che domani i ritmi sono alti".

Giovanni Spinazzola

18 Settembre 2018 11:04 - Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2018 11:04
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi