05 Dicembre 2021 - Aggiornato alle 17:28
CRONACA
Napoli chiude l'era De Magistris. E in sintonia l'ANM chiude anche l'ascensore della Sanità. Anziani, donne e disabili a piedi. Riccio: "L'ultima vergogna di una città al collasso"
03 Ottobre 2021 17:22 —

Trasporti a Napoli al collasso. Non è una novità. Però non era mai capitato che nel giorno delle elezioni l'ascensore della Sanità restasse chiusa. E, invece, nell'era De Magistris, ultimo atto, è successo anche questo. Inviperiti gli abitanti del popoloso quartiere della Sanità, anziani, bambini e disabili che sono rimasti dinanzi la porta sbarrata. Niente ascensore. Tutti a piedi e magari sperare di avere un passaggio in auto. Una situazione inammissibile soprattutto per chi ha difficoltà motorie. "Questa amministrazione" dichiara Vincenzo Riccio, già Presidente del Partito Popolare a Napoli e già consigliere della Municipalità, "ha lasciato la città in una crisi profonda. Il sistema dei trasporti e della viabilità è l'emblema di un fallimento totale che non ha nessuna giustificazione. Corse di autobus soppresse, funicolari bloccate, quella di Mergellina chiusa definitivamente, quella di Chiaia senza collaudo e poi ancora la drammatica situazione della Galleria Vittoria che ci ha ridicolizzati agli occhi dell'Italia intera, traffico in tilt, e caos totale. Meno male che questa esperienza nefasta per città volge al termine" continua Riccio, "la nuova amministrazione avrà di che lavorare per arginare lo scempio fin qui subito dalla città e dai napoletani".       

Antonio Pianelli

03 Ottobre 2021 17:22 - Ultimo aggiornamento: 03 Ottobre 2021 17:22
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi