21 Maggio 2024 - Aggiornato alle 08:53
SPORT

Eintracht Francoforte-Napoli: 0-2. "Meravigliosa creatura" di Giovanni Spinazzola

21 Febbraio 2023 23:59 —

Grosso passo in avanti del Napoli verso la storica qualificazione ai quarti di Champions League in questa stagione dei record. Gli azzurri espugnano il Deutsche Bank Park di Francoforte con un goal per tempo prima soffrendo e poi dominando l’intero match, già perché l’Eintracht è entrata in campo con furore teutonico mettendo in grossa difficoltà Lobotka e compagni soprattutto a centrocampo dove è mancata la lucidità per organizzare la manovra offensiva. Molti errori nei passaggi con gli avversari che pressavano e rubavano palla cercando di lanciare Lindstrom che sfuggiva ad Olivera e Kolo Manui ed infatti sono stati proprio loro due a creare la prima grande occasione della partita. Passato il brutto momento, grazie anche alla bravura della cerniera difensiva, Lobotka e Anguissa hanno piano piano preso ritmo salendo in cattedra e da quel momento la partita ha cambiato volto. L’Eintracht ha cominciato ad intimorirsi e il Napoli ha preso il dominio territoriale. Sono cominciate a fioccare le occasioni e quando Kvaratskhelia ha sbagliato il rigore la squadra non si è scomposta più di tanto creando pochi minuti dopo la rete del vantaggio. Nella ripresa la musica non è cambiata ma…. Ma gli azzurri hanno commesso una grande ingenuità quando l’arbitro ha spedito fuori Kolo Muani per un bruttissimo fallo su Anguissa e dopo poco hanno realizzato il raddoppio con una splendida azione finalizzata da Di Lorenzo tirando i remi in barca. L’Eintracht sembrava un pugile sull’orlo del KO e il Napoli avrebbe dovuto approfittarne. In Europa tanto più si mette un divario tra sé e gli avversari e meglio è; invece i ragazzi di Spalletti sembrava si accontentassero del risultato senza affondare più di tanto. E’ vero che sono andati vicino al tris in almeno due occasioni ma lo hanno fatto con troppa precipitazione fallendole. Questo è stato l’unico neo di una serata che ha visto il Napoli ancora una volta splendere di luce propria. Spalletti ha schierato la stessa formazione che ha sconfitto il Sassuolo con le varianti di Lozano e Zielinski al posto di Politano ed Elmas. Inizio veemente dei padroni di casa che pressano molto creando grosse difficoltà al Napoli in fase di costruzione della manovra. Al 5’ i tedeschi creano una prima occasione con Lindstrom che sulla fascia sfugge ad Olivera e tira Meret devia il pallone dopo un batti e ribatti in area finisce nuovamente sulla sinistra a Kolo Muani il cui tiro attraversa tutta l’area azzurra. Di Lorenzo e compagni faticano a costruire il gioco, Lobotka è un po' impreciso e l’azione dei padroni di casa è tambureggiante. Al 14’ gli azzurri imbastiscono un contropiede il pallone finisce ad Osimhen il cui tiro viene deviato in angolo. La squadra di Spalletti riordina le idee contrasta più efficacemente a centrocampo i padroni di casa e comincia a prendere più fiducia nei propri mezzi. Un gran tiro di Kvaratskhelia da fuori area costringe il portiere ad un balzo e deviare in angolo. Lobotka comincia a girare e tutta la squadra ne beneficia e al 34’ ecco la grandissima occasione. Lancio lungo per Lozano che s’invola versa l’area avversaria il suo tiro finisce sul palo sulla ribattuta interviene Osimhen che viene sgambettato in area. Rigore netto ed indiscutibile. Sul dischetto va Kvaratskhelia ma il portiere compie una prodezza e devia in angolo. E’ il preludio a quello che avviene cinque minuti dopo sempre con un lancio lungo dalla difesa di Lobotka che mette in movimento Lozano pronto scatto entra in area passaggio al centro su cui si avventa Osimhen e porta il Napoli in vantaggio. Identica azione un minuto dopo con la realizzazione del nigeriano ma stavolta la rete è annullata per fuorigioco. Si va al riposo con il Napoli in vantaggio. La ripresa inizia con una grande occasione per Kvaratskhelia lanciato in area ma il suo tiro s’infrange sul portiere in uscita disperata. Al 58’ la svolta che potrebbe anche influire sulla gara di ritorno. Kolo Muani entra a martello sul piede di Anguissa che resta a terra l’arbitro estrae il cartellino rosso e l’Eintracht resta in dieci. Gli azzurri prendono in mano il dominio del gioco e al 65’ un’azione ubriacante Kvaratskhelia – Anguissa- Kvaratskhelia termina con un delizioso colpo di tacco del georgiano per Di Lorenzo che fa partire un bolide che s’insacca inesorabilmente alle spalle di Trapp. Da questo momento il Napoli si limita a controllare la partita invece di affondare il colpo del KO definitivo. Va vicino al tris al 72’ con Anguissa il cui tiro sfiora il palo e all’82’ quando un tiro di Osimhen viene respinto con una prodezza dal portiere tedesco. Dopo 5’ di recupero il fischio finale che sigilla il trionfo del Napoli. A metà marzo il match di ritorno al Diego Maradona e si parte da questo doppio vantaggio. Intanto però bussa alla porta l’impegno con l’Empoli sabato pomeriggio per proseguire la cavalcata in campionato.

 

21 Febbraio 2023 23:59 - Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio 2023 23:59
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi