25 Febbraio 2024 - Aggiornato alle 17:31
SPORT

Napoli-Inter: "Il Day after è ancora più inspiegabile" di Giovanni Spinazzola

04 Dicembre 2023 11:13 —

Il Day after è ancora più inspiegabile. Le domande continuano a moltiplicarsi e, contestualmente, risposte non ve ne sono. Com’è possibile che in epoca Var si possa assistere allo scempio accaduto al Maradona? Com’è possibile che a meno di un mese dal 2024 si debba ancora discutere di errori arbitrali, del mancato utilizzo della tecnologia sebbene ve ne sia quasi in abbondanza? Il mistero è totale. Ci vergogniamo quasi a scrivere nuovamente di torti arbitrali, di gare condizionate, però quanto accaduto ieri sera nel catino di Fuorigrotta non può certo passare sottotraccia. Il calcio italiano ci ha rimesso nuovamente la faccia – sai che novità – ed i milioni di calciofili nel mondo che hanno visto la gara tra Napoli ed Inter saranno rimasti sicuramente sconcertati dinanzi agli orrori determinanti dell’arbitro Massa e del compare Marini al Var. Episodi decisivi, perché arrivati con il risultato in bilico che hanno quindi determinato l’esito finale dell’incontro. Certo, l’Inter ha mostrato di essere una squadra solida, il Napoli di andare in difficoltà fisica nei secondi tempi ma avremmo potuto assistere a tutt’altro spettacolo. E grande curiosità, a questo punto, sarà ascoltare i dialoghi tra arbitro e varista, anche solo per conoscere le versioni dei due e del perché il Napoli sia stato penalizzato così. Il gol di Calhanoglu, quello che ha aperto la sfida, era da annullare; evidente la cintura di Lautaro su Lobotka, un colpo falloso perfino nel rugby, figurarsi nel calcio. Il secondo episodio è il fallo su Osimhen in piena area di rigore; Acerbi, dà un’ancata sbilanciando il nigeriano, poi non contento, pure una “strisciata” con i tacchetti sulla caviglia del bomber. Il risultato era sull’1-0 per i nerazzurri ed una concessione del penalty avrebbe sicuramente potuto riaprire il match. De Laurentiis, stamane, furioso per quanto accaduto al Maradona, ha telefonato ai vertici della Federcalcio e dell’Aia; una sorta di atto dovuto dopo lo scempio visto ieri sera ma, intanto, i tre punti sono andati via, il torto subìto dagli azzurri è stato evidente e chissà se mai avremo risposte che potranno soddisfarci. E vedremo, intanto, se Massa e Marini verranno almeno sospesi, per un tempo il più a lungo possibile che gli permetta di ragionare bene su quanto fatto.

04 Dicembre 2023 11:13 - Ultimo aggiornamento: 04 Dicembre 2023 11:13
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi