26 Maggio 2024 - Aggiornato alle 19:40
SPORT

Napoli-Inter: "Tempo di figuracce non ve n’è più" di Giovanni Spinazzola

20 Maggio 2023 18:02 —

In una settimana turbolenta in cui l’argomento principale è stato il rinnovo o meno di Luciano Spalletti, si è arrivati alla vigilia della terz’ultima gara di campionato. Certo, lo scudetto è già bell’e conquistato, in bacheca in attesa di ricevere la Coppa il prossimo 4 giugno, ma la sfida impone ugualmente grande attenzione. C’è voglia di rivalsa dopo la sconfitta di sette giorni fa ma anche e soprattutto dopo il ko dell’andata che sembrava aver riaperto il campionato nella prima post sosta. L’Inter è l’unica squadra imbattuta contro il Napoli in stagione, l’ha ribadito Spalletti in conferenza – che ha dribblato le domande sul futuro – quasi a voler ribadire come sia necessario fare punteggio pieno. Tempo di figuracce non ve n’è più, anche perché il tecnico di Certaldo vuole superare quota 91 impressa da Sarri. Gli azzurri hanno 83 punti in classifica e con nove punti sarebbe nuovo record nella storia del club, l’ennesimo puntello in una stagione memorabile. Ecco perché, di fronte ad un Maradona ancora una volta sold out, sarà necessario rivedere il Napoli della prima parte di stagione, quella specie di schiacciasassi imbattibile. Al Maradona arriva un’Inter fresca finalista di Champions League, il più grande rimpianto stagionale per il Napoli, ma anche una squadra compressa tra un calendario fittissimo. Mercoledì prossimo sarà finale di Coppa Italia e, con la Champions ormai blindata per il prossimo anno, sembra proprio che Inzaghi possa attuare un minimo di turn over. Poco male, perché il Napoli vuole centrare bottino pieno ed aiutare Osimhen a vincere la classifica marcatori; al momento il nigeriano è a +3 su Lautaro Martinez, avversario di domani, e vincere la sfida diretta può consentire al numero 9 di mettere una seria ipoteca sul riconoscimento individuale.

La gara, in programma alle 18, sarà diretta dall'arbitro Marinelli di Tivoli. Assistenti: Bindoni-Colarossi. IV Uomo: Marcenaro. VAR: Nasca-Chiffi. Sperando che questa designazione faccia meno disastri di quella in Monza-Napoli.

Il match si potrà vedere in esclusiva via streaming su Dazn; basterà scaricare l’app su una smart tv compatibile oppure utilizzare console di gioco come PlayStation o XBox, oppure dispositivi Amazon Firestick o Google Chromecast. Un'altra soluzione, prevede l'utilizzo del TIMVISION Box. L’app è possibile scaricarla anche attraverso gli store presenti su tablet e cellulari. Chi è abbonato anche a Sky, può vedere la partita attivando Zona Dazn sul decoder dell’emittente satellitare e vederla al canale 214.

In casa azzurra spazio ai titolari, con Kvaratskhelia che ha recuperato e sarà in campo nel tridente offensivo completato da Osimhen e Politano, in vantaggio su Elmas. In mediana toccherà ad Anguissa, Lobotka e Zielinski mentre davanti a Meret spazio per Rrahmani e Kim al centro con Di Lorenzo ed Olivera sulle fasce, con Mario Rui recuperato inizialmente in panchina.

In casa Inter, come detto, leggero turn over. Nel classico 3-5-2, Darmian braccetto di destra nella difesa a tre completata da De Vrij e Bastoni; Dumfries e Gosens esterni a tutta fascia con Barella, Brozovic e Calhanoglu in mediana, visto anche l’infortunio di Mkhitaryan. In attacco possibile la coppia Correa-Lukaku.

Probabili formazioni

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Olivera; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia. All. Spalletti.

INTER (3-5-2): Onana; Darmian, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Gosens; Correa, Lukaku. All. Inzaghi.

20 Maggio 2023 18:02 - Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2023 18:02
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi