16 Aprile 2024 - Aggiornato alle 13:03
CRONACA

Napoli: Caivano, vigilanza sull’adempimento dell’obbligo di istruzione

13 Febbraio 2024 18:14 —

Nel pomeriggio odierno, presso il Palazzo di Governo, si è svolta una riunione, presieduta dal Prefetto di Napoli, Michele di Bari, nel corso della quale è stato fatto il punto sullo stato di attuazione delle procedure di segnalazione degli studenti inadempienti degli istituti scolastici di Caivano.

All’incontro hanno partecipato il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, Maria Antonietta Troncone, e il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli, Maria de Luxemberger Milnernsheim, i componenti della Commissione Straordinaria di Caivano, il Commissario Straordinario di Governo per il Territorio del comune di Caivano, il Direttore dell’Ufficio Scolastico regionale della Campania ed i Dirigenti Scolastici degli Istituti Cilea-Mameli, De Gasperi, Milani, Parco Verde, Liceo Braucci ed ITIS Morano di Caivano.

E’ emerso che il Protocollo di rete, stipulato lo scorso 11 ottobre tra i sei istituti scolastici di Caivano, ha consentito, tra l’altro, l’incremento della classe docenti con ulteriori 20 unità, permettendo lo svolgimento di attività curriculari ed extracurriculari, oltre l’orario scolastico.

Inoltre, è imminente l’ avvio della piattaforma informatica tra gli istituti scolastici, il Comune e la Procura per i minorenni, che prevede la verifica della frequenza degli alunni, intercettando nell’immediato la dispersione e l’ elusione scolastica. La piattaforma è stata predisposta sulla base della nuova procedura per la segnalazione degli alunni inadempienti all’obbligo di istruzione ed è stata condivisa tra l’Ufficio scolastico regionale, la Prefettura e gli altri soggetti istituzionali interessati. Finora il Comune di Caivano, sulla scorta delle segnalazioni già pervenute dagli istituti, ha provveduto a notificare 53 ammonizioni ad esercenti la potestà genitoriale su altrettanti alunni.

Pertanto, emerge che il meccanismo dell’ammonimento previsto dal cd. Decreto Caivano, ha già cominciato a sortire i propri effetti.

Il modulo organizzativo testato nel contesto del Comune di Caivano potrà costituire una best practice,  esportabile in altri ambiti territoriali. Nelle prossime riunioni del Tavolo dedicato presso questa Prefettura, che si terrà con cadenza periodica, è previsto il coinvolgimento anche dei rappresentanti della Magistratura e degli altri amministratori locali dell’area metropolitana.

13 Febbraio 2024 18:14 - Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2024 18:14
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi