29 Febbraio 2024 - Aggiornato alle 22:43
CRONACA

Napoli: Casandrino, non solo carne in una macelleria ma anche fuochi e botti pericolosi. Negoziante 47enne arrestato dai Carabinieri

15 Dicembre 2023 09:50 —

Il termine “spezzatino” avrebbe assunto tutto un altro significato se i fuochi nascosti sotto al bancone frigo di una macelleria fossero inavvertitamente esplosi. Non una svista o una sistemazione provvisoria ma un’attività parallela fervente.
Dietro le carni esposte in vendita, infatti, un macellaio di Casandrino vendeva anche botti illegali. Proposti e mostrati verosimilmente ai più fidati, i fuochi erano stoccati in alcuni scatoloni sotto il banco frigo del negozio.

I Carabinieri della stazione di Grumo Nevano hanno trovato di tutto: 6 fontane luminose, 120 “draghetti”, 56 di botti “a muro”, 12 “libellue”, 2 rendini e 8 scatole di fuochi pirotecnici. La perquisizione si è estesa anche nell’abitazione del macellaio. In bagno 71 ordigni non convenzionali, di quelli che potrebbero far saltare un’auto.

Il commerciante, 47enne di Casandrino già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato ed è ora ai domiciliari in attesa di giudizio.
 

15 Dicembre 2023 09:50 - Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2023 09:50
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi