01 Marzo 2024 - Aggiornato alle 08:52
CRONACA

Napoli: Chiaia, commemorazione di Maurizio Estate ucciso 30 anni fa. Aveva 23 anni

17 Maggio 2023 11:48 — Il ricordo del nipote: “Per lui sarebbe importante un murale e ridare dignità a questo luogo.” Borrelli: “Camorristi osannati e vittime ed eroi sempre dimenticati. Lotteremo per sovvertire questa mentalità.”

Questa mattina alle ore 10 si è tenuta la commemorazione di Maurizio Estate, un giovane ammazzato il 17 maggio del 1993, 30 anni fa, per aver coraggiosamente tentato di difendere un anziano aggredito e derubato da delinquenti, gesto per il quale gli è stata assegnata la medaglia al valore civile, nel largo a lui dedicato nel quartiere Chiaia.

Aveva 23 Maurizio quando mise in fuga dei malviventi che avevano tentato di rapinare l’orologio ad un cliente dell’autolavaggio di famiglia. Poco più tardi arrivò un individuo incappucciato che a bordo di una vespa sparò al petto di Estate uccidendolo.

Hanno partecipato la famiglia di Maurizio Estate, tra cui il nipote Davide, la Fondazione Polis; Libera, rappresentata da Don Tonino Palmese; la Federazione Antiracket-FIA; le istituzioni rappresentate dal vice-sindaco Laura Lieto, Giovanna Mazzone presidente della Municipalità I, Benedetta Sciannimanica assessore della Municipalità I e dal deputato dell’Alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

“Non c’è a Napoli, in questo quartiere, un simbolo che rappresenti Maurizio, come un murale, che vada a contrastare chi sta affermando con prepotenza il culto della criminalità. Il murale, però, non deve essere imposto ma deve nascere spontaneamente come volontà popolare. “ –ha affermato Davide- “Quello che si può fare per ricordare e per commemorare mio zio è far rinascere questo luogo, ora abbandonato.”

“Ricordare chi ha avuto il coraggio di fermare dei criminali, di non voltare la testa dall’altra parte è fondamentale, almeno per noi, ma dovrebbe esserlo per tutti.  Oggi vediamo una città con tanti simboli ed omaggi a delinquenti e camorristi, una pseudo-cultura avallata talora anche da certi personaggi politici che non lesinano ‘avances’ elettorali anche agli ambienti criminali, mentre latitano messaggi pro-legalità, come una omaggio a Maurizio Estate, un vero eroe.

Vorremmo che la città intera si rivoltasse contro la propaganda dei clan e gli omaggi ai criminali, e che finalmente rendesse onore soltanto ai veri eroi dei nostri tempi. Noi ci batteremo sempre affinché ciò possa finalmente avvenire e la cultura camorristica possa essere messa alla porta-“-le parole del deputato Borrelli.

17 Maggio 2023 11:48 - Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2023 11:48
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi