25 Febbraio 2024 - Aggiornato alle 17:14
CRONACA

Napoli: Coppia di fidanzati aggrediti e rapinati a Marianella nella notte sotto casa

18 Dicembre 2023 13:33 —

Anche se siamo molto lontani dagli anni ’80 e la pellicola del film del ’76 diretto da Umberto Lenzi diventa sempre più sbiadita e consunta, è sempre più Napoli violenta.

La notte scorsa se l’è vista brutta una coppia di fidanzati. I due, che sono conviventi, sono stati aggrediti e rapinati mentre si trovavano in auto a Marianella, quartiere periferico della parte settentrionale della città.

Secondo le prime ricostruzioni, i due avevano appena parcheggiato l'auto sotto la loro abitazione, in via vicinale Lardighello, quando sono stati improvvisamente avvicinati e aggrediti da alcune persone, con il volto travisato dai cappucci.

La coppia è stata brutalmente picchiata e rapinata: i malviventi sono riusciti a portare via 500 euro e i cellulari dei due ragazzi. I fidanzati sono stati ricoverati all'ospedale CTO: ad avere la peggio è stato l'uomo, che ha riportato la frattura del braccio sinistro, giudicata guaribili in 30 giorni; per la donna, invece, contusioni ed ecchimosi giudicate guaribili in 7 giorni.

Ora sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri della pattuglia mobile di zona del Vomero.

“La criminalità e la violenza sono diventate due costanti e nessuno riesce più a sottrarsi ai pericoli che ne derivano. Le strade sono off-limits per la gente perbene, nemmeno nella saga de “il giustiziere della notte’ si assiste a un’emergenza così forte.”- commenta il deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli- “Ora è capitato nel cuore della notte ma non è che in pieno giorno qui sia l’oasi della sicurezza. E’ appunto questa che manca. Soluzioni? Più agenti, più pattuglie, più videosorveglianza, maggiore controllo delle aree a rischio e pene più severe. Il nuovo prefetto convochi un tavolo per l'ordine e sicurezza per contrastare questa deriva.”

18 Dicembre 2023 13:33 - Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2023 13:33
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi