25 Febbraio 2024 - Aggiornato alle 17:12
CRONACA

Napoli: Dalle Maldive ai domiciliari, catturato 29enne sfuggito alla maxi operazione del 16 gennaio scorso

22 Gennaio 2024 10:27 — Carabinieri e DDA documentano narcotraffico internazionale. Droga importata da Olanda e Spagna per le piazze di spaccio più fiorenti del napoletano. C’è anche il Parco Verde di Caivano.

Sfuggito al blitz dello scorso 16 gennaio, Antonio Pinto è finito in manette appena il suo volo proveniente dalle Maldive ha toccato terra. I Carabinieri del nucleo investigativo di Napoli, coordinati dalla DDA partenopea, lo hanno aspettato al terminal arrivi dell’aeroporto di Fiumicino.

Il tempo di recuperare i bagagli e poi il trasporto immediato nella sua abitazione, dove è stato sottoposto ai domiciliari.

Pinto è tra i 29 indagati coinvolti, a vario titolo, nell’importazione su larga scala di stupefacenti dall’Olanda e dalla Spagna verso le piazze di spaccio più fiorenti della provincia napoletana. Una gestione del narcotraffico passata attraversi chat e telefoni criptati, inizialmente ritenuti “inattaccabili”.

I Carabinieri hanno monitorato gli spostamenti del 29enne e scoperto che era in vacanza alle Maldive. Hanno atteso il suo rientro nello scalo romano e lo hanno catturato.

22 Gennaio 2024 10:27 - Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2024 10:27
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi