26 Maggio 2024 - Aggiornato alle 20:49
CRONACA

Napoli: Fuorigrotta, Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura

05 Aprile 2024 10:27 —

Nella mattinata odierna, presso il Palazzo di Governo, presieduto dal Prefetto di Napoli, Michele di Bari, si è svolta una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, cui hanno presenziato l’Assessore alla Legalità del Comune di Napoli, il Questore, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, il rappresentante del Comando provinciale dei Carabinieri, il Comandante della Polizia locale di Napoli e  il rappresentante della Polizia metropolitana.

E’ stato fatto il punto sull’evento criminoso verificatosi nel tardo pomeriggio di ieri, presso il quartiere cittadino di Fuorigrotta ove, nel corso di una sparatoria, è stata attinta da un proiettile alla gamba una donna che si intratteneva nei giardinetti di Piazza Italia con altri genitori e bambini del rione.

Si tratta di un episodio particolarmente grave che denota, tra l’altro, l’assenza valoriale e la povertà educativa degli autori, che hanno agito in un contesto popolato da bambini e genitori, in pieno giorno, incuranti di mettere a rischio l’incolumità di persone innocenti

Nell’immediato, le Forze dell’ordine hanno attivato prontamente serrate indagini e controlli accurati della zona e delle aree limitrofe, anche con il supporto dei sistemi tecnologici presenti in loco, al fine di individuare gli autori del gesto delittuoso.

Nel contempo, sono stati intensificati i servizi straordinari di controllo del territorio al fine di prevenire e reprimere la commissione di reati e di ogni forma di illegalità, nonché le verifiche di polizia amministrativa, attraverso l’impiego di ulteriori risorse umane e tecnologiche.

Il Prefetto ha espresso la propria vicinanza alla vittima della sparatoria, assicurando che verrà profuso il massimo impegno da parte di tutti i soggetti istituzionali interessati affinché vengano individuati e perseguiti i soggetti responsabili, ringraziando altresì le Forze dell’ordine per lo sforzo investigativo e repressivo messo in atto.

05 Aprile 2024 10:27 - Ultimo aggiornamento: 05 Aprile 2024 10:27
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi