21 Aprile 2024 - Aggiornato alle 13:36
PROFESSIONI E MESTIERI

Napoli: Il restauratore di mobili antichi, un mestiere che sta scomparendo. Intervista a Salvatore Cavaliere l'artigiano di via Ascensione

11 Settembre 2023 17:37 —

Il restauratore di mobili antichi è un mestiere che sta scomparendo. Negli ultimi dieci anni hanno chiuso quasi 170mila piccole attività artigianali in Italia. Difatti è sempre più difficile vedere nei centri storici vetrai, tappezzieri, corniciai. calzolai.  

L’artigianato non attira più. Un grande spreco di storia, di opportunità di lavoro e anche di competenze che si vanno a perdere in modo definitivo.

Intervistiamo Salvatore Cavaliere, artigiano di gran talento fin dalla nascita, con officina, perchè di una vera e propria officina si tratta, in via Acensione a Chiaia nel salotto di Napoli. 

Salvatore, perchè l'artigianato non attira più i giovani?

I giovani, oggi, sono attratti da nuovi lavori, più semplici e redditizi quali la ristorazione, i tatuaggi, i centri benessere, i locali degli estetisti. La mancanza di ricambio generazionale, quindi, è uno dei punti fondamentali della crisi dell’artigianato. Specie per alcune figure quali i falegnami, gli ebanisti, il corniciaio, il sarto. Perfino i barbieri vanno ad esaurimento. Di conseguenza, non ci sono più eredi di queste antiche tradizioni.  

Si può ancora fare qualcosa per recuperare questi antichi mestieri?

Il nostro, è un mestiere che ti deve piacere e appassionare. Io amo dire che "si nasce" restauratore. Ridare splendore e nuova vitalità ad un'opera di secoli fa ti da una grande responsabilità ma anche una enorme soddisfazione. E' come un parto. Vedi nascere giorno per giorno una nuova creatura. Una creatura che porta con se decenni di storia, di culture, di civiltà, di artisti che hanno fatto la storia del mondo. Si può ancora cercare di recuperare queste tradizioni e per farlo bisogna partire dalla scuola e, quindi, investire sulla formazione.

E poi?     

Una volta formati, i giovani vanno sostenuti con tutte le agevolazioni fiscali possibili, dall’Iva alle tasse. E se veramente non vogliamo sprecare questo patrimonio di persone, ma anche di storia dell’arte e di attività artigianali, se non vogliamo assistere silenziosi alla scomparsa di un intero mondo, bisogna assolutamente incentivare l’intera filiera dell’arte, dai musei agli artisti, dalle fondazioni ai curatori, all’uso degli artigiani che rischiamo di perdere.

Salvatore Cavaliere è uno dei pochi veri restauratori che ancora operano a Napoli. Nel suo lavoro ci crede nonostante tutto. Usa ancora i metodi antichi di una volta. Pulizia, una leggera carteggiatura per rimuovere i residui di colla e vecchie vernici, la stuccatura con uno stucco di gesso, la coloritura e poi la lucidatura ed infine la patinatura. Lucidare è una magia. Valorizzi, con una corretta lucidatura, il mobile nel rispetto della sua storia e della sua patina. Un mobile restaurato bene deve sembrare un mobile non restaurato e la patinatura è l’ultimo atto d’amore per il mobile, il tocco finale della tua opera d’arte.

Il bello è ritrovato. Per questo Salvatore ama dire che restauratori "si nasce" ma con l'impegno, il lavoro e il sacrificio lo si può diventare.  

Antonio Pianelli  

 

11 Settembre 2023 17:37 - Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2023 17:37
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi