21 Maggio 2024 - Aggiornato alle 10:03
CRONACA

Napoli: Medaglie ai 50 anni di laurea. Medici e Odontoiatri riuniti per una grande festa al Teatro Mediterraneo.

06 Aprile 2023 12:18 — Bruno Zuccarelli: «L’esempio di una vita dedicata alla cura dell’altro. Un tempo i medici e gli odontoiatri erano accolti, oggi vengono picchiati e minacciati».

Più di 170, per la precisione 175, i medici e gli odontoiatri partenopei che nella serata di ieri hanno ricevuto le medaglie d’oro dell’Ordine per i 50 anni dalla laurea. Una grande festa, quella al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare, che ha coronato una vita intera dedicata alla cura della salute dei propri assistiti. Tra i premiati anche Mario Delfino, consigliere dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Napoli e professore ordinario di Dermatologia dell’Università Federico II di Napoli. «È stata ancora una volta una grande emozione – ha sottolineato il presidente Bruno Zuccarelli – queste medaglie sono un riconoscimento alla dedizione e all’impegno profuso per una vita intera da tanti colleghi medici e odontoiatri che hanno fatto e continuano a fare la storia della medicina partenopea». Un pauso e un ringraziamento, il presidente Zuccarelli lo ha rivolto ai premiati anche per aver scelto di restare in Campania ad esercitare la professione «senza ascoltare le tante sirene provenienti da altre regioni e altri paesi». Da parte del presidente Zuccarelli, però, anche la considerazione amara di un cambio di paradigma che negli anni ha portato i camici bianchi ad essere sotto attacco. «Tanti anni fa – ha detto – medici e odontoiatri erano professionisti rispetti, che venivano accolti in casa con gentilezza e con la stessa cura che loro stessi riservavano al paziente. Oggi, troppo spesso, i medici e gli odontoiatri sono costretti ad andare nelle abitazioni o a lavoro con il timore di essere aggrediti o minacciati. Questa cosa è inammissibile e se non vi si porrà rimedio, molto presto, non ci sarà più nessun giovane desideroso di intraprendere la professione nelle sue branche più a rischio».

06 Aprile 2023 12:18 - Ultimo aggiornamento: 06 Aprile 2023 12:18
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi