16 Aprile 2024 - Aggiornato alle 23:28
CRONACA

Napoli: Osservatorio  per il monitoraggio e la pianificazione di interventi sulla incidentalità stradale

26 Marzo 2024 14:09 —

Continuano presso la Prefettura le riunioni del tavolo tecnico convocato a cadenza periodica dal Prefetto di Napoli, Michele di Bari, per monitorare gli interventi per garantire la sicurezza degli utenti e della circolazione veicolare, alla luce dei sinistri stradali, dovuti all’elevata velocità e alla guida disattenta, l’ultima delle quali il 12 marzo scorso, alla presenza  di rappresentanti dell’ Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali, delle Forze dell’Ordine e del Comune di Napoli.

Nella sola città di Napoli, l’incidentalità stradale è aumentata in modo significativo; sono purtroppo già 4 le vittime di incidenti stradali dall'inizio del 2024.

Sull’argomento, si sono tenute specifiche riunioni con le Forze dell’Ordine, la Polizia stradale, la polizia municipale e l’area tecnica del Comune di Napoli nonchè con i rappresentanti dell’ANSFISA, che ha il compito di rendere omogeneo e certificato il sistema di gestione della sicurezza, tenuto conto della peculiarità di ogni infrastruttura e della organizzazione che i gestori devono mettere in campo.

Le iniziative messe in campo o programmate, nel medio e lungo periodo, dal Comune di Napoli, riguardano, in primis, la messa in sicurezza delle tre strade principali (via Foria, corso Garibaldi, corso Umberto). Viene, inoltre, seguita la revisione complessiva dei percorsi ciclabili - dei quali il Comune ha in programma l’avvio di uno studio mirato per migliorane la fruibilità, in coerenza con i flussi del traffico cittadino regolare - e degli attraversamenti pedonali rialzati con, a monte e a valle, dei sistemi di preavviso.

Il Tavolo prefettizio è stato esteso anche agli enti proprietari e alle società concessionarie della rete stradale ed autostradale di quest’ area metropolitana, deputati ad adottare ogni utile misura atta a mitigare il fenomeno infortunistico, soprattutto nelle arterie maggiormente “a rischio”, curando la corretta manutenzione del manto stradale, della segnaletica verticale ed orizzontale, nonché delle barriere di protezione e programmando, ove sussista la disponibilità di risorse, anche l’installazione di sistemi di vigilanza di tipo elettronico.

Infine, è stato dato avvio ad una rilevazione relativa al numero delle apparecchiature autovelox installate e funzionanti,  nonchè agli altri sistemi tecnologici di controllo delle violazioni per eccesso di velocità (in modalità fissa o mobile), presenti sulle arterie stradali ed autostradali dell’area metropolitana di Napoli.

26 Marzo 2024 14:09 - Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2024 14:09
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi