04 Marzo 2024 - Aggiornato alle 03:29
CRONACA

Napoli: Poliziotti aggrediti da un gambiano alla Stazione Centrale, Coisp "si poteva evitare" 

28 Novembre 2023 15:59 —

“L’aggressione avvenuta ieri sera ai danni dei due agenti della Polfer di Napoli è stata perpetrata con un coltello da carne dalla punta acuminata e con una lama di 10 centimetri: l’aggressore non voleva solo spaventare gli agenti o allontanarli da sé ma ha agito per ferire o, peggio ancora, per uccidere”. Così dichiara Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp. “Esprimiamo la nostra solidarietà ai colleghi, ai quali è stata data una prognosi di 7 e 10 giorni per le ferite riportate, e torniamo a ribadire la necessità di aumentare il controllo del territorio, specialmente in alcune aree delle grandi città e in alcuni orari. Questa aggressione infatti, se i colleghi avessero avuto il giusto supporto, si sarebbe potuta evitare” ha concluso.

L'aggressione è avvenuta nella scorsa serata allorquando gli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria, nell’ambito dei servizi ordinari all’interno della Stazione Centrale, hanno notato un uomo, gambiano di 33 anni, intento ad infastidire i viaggiatori nei pressi di un esercizio commerciale.

Gli operatori hanno invitato l’uomo a calmarsi ma, lo stesso, dopo aver estratto un coltello dalla tasca, ha colpito il poliziotto sferrandogli un fendente alla mano per poi darsi alla fuga.

Ne è nato un inseguimento terminato all’esterno della stazione dove, il predetto, durante una colluttazione, ha ferito un altro poliziotto alla schiena, prima di essere bloccato e messo in sicurezza.

Pertanto, l’indagato, 33enne gambiano, irregolare sul territorio nazionale e con precedenti di polizia, anche specifici, è stato tratto in arresto per lesioni aggravate, resistenza a Pubblico Ufficiale e porto abusivo di arma.

Infine, il coltello, con la lama della lunghezza di 10 cm, è stato sequestrato.

 

28 Novembre 2023 15:59 - Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2023 15:59
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi