21 Aprile 2024 - Aggiornato alle 09:44
CRONACA

Napoli: #siisaggioguidasicuro ad Acerra, Regione Campania, Anci Campania e Associazione Meridiani chiamano a raccolta Scuole e Università della Campania

12 Marzo 2024 14:31 — Mercoledì 13 marzo ore 10,00 -12,30 presso il Castello dei Conti di Acerra.

Il roadshow #siisaggioguidasicuro approda mercoledì 13 marzo ad Acerra, presso il Castello dei Conti di Acerra.

I saluti affidati a Tito d’Errico, Sindaco di Acerra, Milena Petrella, Assessore all’Istruzione Comune di Acerra, Nicola Pintauro, Assessore alla Sicurezza Urbana di Acerra, Milena Tanzillo, Assessore alla Legalità Comune di Acerra, precedono gli interventi di Ada Minieri, Vicepresidente Associazione Meridiani e Segretario Ordine degli Ingegneri di Napoli, Felice D’Andrea, Comandante Polizia Municipale Comune di Acerra, Alessandra Franciosa, Consultant Associazione Meridiani – Referente Progetto Scuole “Sii Saggio, Guida Sicuro”, Ten. Antonio Silvestro, Comandante Sezione Operativa Volante Guardia di Finanza Napoli.

Modera l’incontro Antonio Di Fiore, Consultant Associazione Meridiani.

#siisaggioguidasicuro, promosso dalla Regione Campania e attuato dall’Anci Campania in collaborazione con l’Associazione Meridiani, è un progetto che punta a sviluppare incontri di educazione e sensibilizzazione alla sicurezza stradale presso gli Istituti scolastici di primo e secondo grado e presso le Università grazie alla partecipazione e alla collaborazione del personale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, dell’Anas, dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli, di tutte le Forze dell’Ordine. Patrocinio morale di Enti ed Istituzioni di categoria e da Rai Campania e media partnership di Rai Pubblica UtilitàRai Isoradio e InfoCilentoTv.

Alla sua X edizione, il progetto ha incontrato ad oggi oltre 30 mila studenti degli istituti di primo e secondo grado del territorio campano e degli atenei della regione Campania. In 21 incontri realizzati quest’anno, sono stati formati oltre 4900 studenti.

L’obiettivo dell’evento è quello di educare i giovani a comportamenti responsabili e corretti per una guida sicura, coinvolgendo le amministrazioni comunali secondo una priorità basata sull’incidentalità registrata sulle tratte stradali di competenza. Nel corso degli incontri i partecipanti sono coinvolti emotivamente anche dalla testimonianza diretta di chi ha vissuto la tragica perdita di persone care in incidenti stradali, come Graziella Viviano, la madre della 26enne Elena Aubry che nel maggio del 2018 perse la vita sulla Ostiense finendo con la moto in una buca, Leopoldo Iovino, padre di Eugenio deceduto a solo 19 anni a seguito dell’impatto con la sua moto contro un palo di pubblica illuminazione a Gragnano e Gianni De Prisco, che, a causa di un ubriaco alla guida dell’auto, ha subito postumi invalidanti permanenti e la morte del padre Giuseppe al suo fianco. 

12 Marzo 2024 14:31 - Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2024 14:31
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi