21 Maggio 2024 - Aggiornato alle 08:54
SPORT

Napoli: Spalletti, "sarò felice solamente se passeremo il turno"

17 Aprile 2023 21:50 —

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Milan.

Cosa cambierà rispetto all'andata?

"È chiaro che lavoreremo anche sui dettagli, avendo giocato più volte col Milan a distanza di pochi giorni. Noi siamo ripartiti con una idea precisa di calcio da quando la Società ha deciso di rifondare e stiamo raggiungendo grandi risultati. Quindi non cambieremo atteggiamento tattico ma certamente dovremo stare attenti ad alcuni aspetti, perché il Milan è molto bravo nelle ripartenze. Ripeto, la cura dei dettagli e l'attenzione possono metterci nelle condizioni di essere più bravi di loro. Dobbiamo sempre restare corti, sapere quando è il momento di attaccare e quando attendere. Sarà la partita e l'atteggiamento a dirci quanto siamo cresciuti e quale livello abbiamo raggiunto".

Domani sarà soddisfatto se...

"Sarò felice solamente se passeremo il turno. Altre consolazioni lasciano il tempo che trovano. All'andata meritavamo di più e in generale la prestazione che mi aspetto domani è quella che ci ha caratterizzato al meglio in questa stagione. Sono convinto che si raggiunge l'obiettivo se saremo intensi, veloci, se facciamo il possesso palla che siamo capaci di esprimere. Le nostre qualità sono queste. Siamo una squadra che deve giocare bene al calcio per esaltare sia il collettivo che i singoli. E così sarà domani sera".

Avete anche ipotizzato un esito oltre i 90 minuti?

"Abbiano considerato ogni soluzione possibile, anche eventualmente i rigori come credo pensino tutte le squadre a questo punto della Champions".

Quanto conta l'esperienza domani?

"L'esperienza come squadra noi ce la siamo fatta e l'abbiamo acquisita perché abbiamo giocato tante gare in Champions anche su campi importanti dove abbiamo dimostrato personalità e carattere. Se si parla di Club, probabilmente all'andata qualcosa abbiamo pagato per la storia del Milan. Però si possono ribaltare tutte le situazioni se in campo giochiamo come sappiamo fare".

Quanto cambierà il Napoli con Osimhen?

"Noi abbiamo una forza dettata dalla rosa. Non puoi raggiungere quei risultati in stagione e avere la leadership del campionato con tanto distacco se non hai una rosa di qualità. Certamente Victor ci dà tanta profondità e abbiamo dei meccanismi ben precisi con lui. Sarà un punto di riferimento per poter giocare in verticale. Però è evidente che tutta la rosa ci ha portato così avanti in questa stagione. E domani oltre ad Osimhen ci vorrà il grande apporto dell'intera squadra".

Questo Napoli è già nella storia?

"Probabilmente sì, essere dentro a questa competizione è importante però noi vogliamo vincere. Vogliamo vincere domani e vogliamo vincere la Champions. Poi si vedrà quello che accadrà. Stare qui a difendere quello che abbiamo già conquistato, significa non credere a quello che possiamo ancora conquistare. Domani non c'è da avere paura dei rischi, c'è da giocare per raggiungere la felicità infinita".

Accanto al tecnico, Juan Jesus che domani sostituirà Kim al centro della difesa.

"Cercherò di aiutare la squadra per disputare una grande partita. Dobbiamo ribaltare il risultato e come potenzialità abbiamo le capacità di farlo. Samo consapevoli della nostra forza, se oggi abbiamo oltre 20 punti di vantaggio in campionato significa che sappiamo il motivo per il quale siamo così in alto".

Cosa ti senti di dire ai tifosi?

"Io credo che non ci sia niente da dire, perché i tifosi ci spingeranno sicuramente e noi dovremo dare il massimo in campo. La forza che ti dà il popolo azzurro è fondamentale".

Pensi che alla luce della gara di andata sarà ancora una partita nervosa?

"Io credo che in una sfida così possa esserci agonismo. Noi vogliamo rispondere in campo alle polemiche e certamente per passare il turno ci vorrà anche grande determinazione".

Quali sono le caratteristiche dell'attacco milanista?

"Hanno calciatori di valore tecnico che sanno ripartire. Leao è quello più agile che può creare insidie. Noi dobbiamo cercare di tenere più palla, perché se la palla ce l'abbiamo noi non possono averla gli avversari".

"Gioco in Serie A da 12 anni e ho affrontato partite di alto livello internazionale. Credo di poter dare il mio apporto anche in fase propositiva".

Quanto cambia il Napoli con Osimhen?

"Victor è il nostro bomber, ha grinta, potenza e voglia di arrivare in alto. Domani vorrà essere protagonista per poter raggiungere un grande traguardo".

Giovanni Spinazzola

17 Aprile 2023 21:50 - Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2023 21:50
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi