26 Maggio 2024 - Aggiornato alle 06:52
CRONACA

Napoli: Torre Annunziata, intrattiene una relazione extra coniugale con una marocchina irregolare sul territorio e usa violenza sulla moglie. Lui arrestato, per lei divieto di avvicinamento

22 Aprile 2024 16:03 —

Personale del Commissariato di P.S. di Castellammare di Stabia, in collaborazione con gli agenti del Commissariato di P.S. di Torre Annunziata, in esecuzione di un'ordinanza cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha tratto in arresto un uomo di anni 60 ed ha notificato la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima ad una donna marocchina, in quanto gravemente indiziati, il primo, dei reati di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale ai danni della propria moglie, ed entrambi del reato di lesioni gravi ai danni di quest'ultima.

Dall'attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, che ha preso avvio a seguito della denuncia della vittima, giunta al Pronto Soccorso dell'Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia con una grave lesione al rene sinistro, è emerso che, nel corso degli anni, la stessa sarebbe stata costretta a subire ad opera del marito continui soprusi fisici e psichici, al punto tale da versare in una condizione di sudditanza perenne, e sarebbe stata anche abusata sessualmente dall'uomo.

Le indagini si sono giovate delle testimonianze dei figli della coppia, i quali hanno confermato il racconto della madre che, a loro dire, si era accorta della relazione extraconiugale intrattenuta dal padre con una ragazza marocchina, irregolare sul territorio nazionale, che faceva da badante all'anziana madre dell'uomo.

L'ultimo episodio di violenza ai danni della persona offesa sarebbe stato commesso agli inizi di questo mese, allorché la cittadina marocchina, mentre si trovava a casa della coppia, con la complicità dell'arrestato, il quale avrebbe afferrato sua moglie per la gola per tenerla ferma, avrebbe colpito violentemente e ripetutamente con calci la vittima, tanto da procurarle la grave lesione al rene, che rendeva obbligatorio il suo ricovero in ospedale con prognosi riservata.

22 Aprile 2024 16:03 - Ultimo aggiornamento: 22 Aprile 2024 16:03
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi